Associazione Turistica Pro Loco di Candelara (Pesaro)

 

Candele a Candelara

UN LUMINOSO MERCATINO NATALIZIO
15° Edizione dalle ore 10 alle ore 21

24-25 Novembre 2018

1-2 Dicembre 2018

8-9 Dicembre 2018

15-16 Dicembre 2018

-comunicato stampa edizione 2018-

Quindicesima edizione della prima e unica festa italiana dedicata alle fiammelle di cera che si svolgerà nell'antico Borgo medievale dal 24 novembre al 16 dicembre.

Con due spegnimenti della luce elettrica, il paese sarà rischiarato dalla sola luce delle candele.

Otto giorni tra mercatini natalizi, presepi, spettacoli
Il Villaggio e l'Officina di Babbo Natale, artisti di strada e tante altre attrattive.

Tanta gastronomia della tradizione per una vacanza ricca di emozioni

PESARO – Taglia il traguardo dei quindici anni, Candele a Candelara, l'unica festa italiana dedicata alle fiammelle di cera. E, visto il successo crescente della manifestazione, per la prima volta la festa più suggestiva e illuminata d'Italia si allunga a quattro week-end tra la fine di novembre e la metà di dicembre.

Più famosa e popolare che mai, Candele a Candelara, è diventata ormai un must dell'inverno; il primo mercatino natalizio italiano dedicato alle candele. Una festa che per la sua ambientazione e atmosfera unica si contende il primato di consensi con i più blasonati e famosi mercatini del nord Italia.
Candele a Candelara si svolgerà dal 24 novembre al 16 dicembre (nei giorni di sabato 24 e domenica 25 novembre. Ed ancora sabato 1, domenica 2 e sabato 8 domenica 9, sabato 15 e domenica 16, la XV edizione di Candele a Candelara, mercatino natalizio che si svolge nell'antico borgo medievale sulle colline attorno a Pesaro dove ogni sera la luce artificiale viene spenta per lasciare posto a migliaia di fiammelle accese. Un'atmosfera unica e suggestiva grazie a due spegnimenti programmati dell'illuminazione elettrica di 15 minuti ciascuno (alle 17.30 e 18.30).
Per mezz'ora ogni pomeriggio Candelara (che deve il suo nome proprio alle candele), sarà completamente rischiarata dalla luce calda e rassicurante delle candele. Durante i due suggestivi appuntamenti, sarà liberata in cielo una cometa formata da tanti palloncini luminosi che rischiareranno magicamente il cielo sopra il borgo.

Da questa edizione, la festa porrà all'ingresso la Corona dell'avvento formata da quattro candele giganti che rappresenteranno ognuna un tema diverso legato alle domeniche che precedono il Natale. Come da tradizione dei paesi del Nord Europa, fatta propria dalla Chiesa cattolica, ad ogni week-end della festa verrà accesa una candela che rappresenta i temi dell'avvento. E così nel primo week-end verrà accesa "La candela del Profeta"; a seguire "La candela di Betlemme"; "La candela dei Pastori"; "La candela degli Angeli".
In questa edizione la festa si arricchirà di nuove luminarie, oltre a nuovissimi ed emozionanti spettacoli e animazioni che faranno da sfondo al magico evento. Tra queste i trampolieri; i folletti suonatori; i giocolieri; i suonatori di cornamusa, il carrettino dei burattini.
Tutti i giorni sfileranno per le vie del Borgo i personaggi legati alla tradizione del Presepe vivente. Un corteo storico che si concluderà all'interno delle mura castellane dove saranno protagonisti anche tanti animali legati alla rievocazione.
Sarà inoltre possibile assistere dal vivo alla preparazione di candele, rigorosamente di cera d'api, come avveniva nel Medioevo. Nel mercatino di Candele a Candelara troveranno posto anche le sculture in ferro battuto. Si tratta di silhouettes ornate da centinaia di candeline che disegneranno i protagonisti del Presepe nella via del Borgo.
Anche quest'anno funzionerà, ed anzi sarà potenziata con la sistemazione nella Sala del Capitano all'ingresso del Castello, la gettonatissima Officina di Babbo Natale con i suoi laboratori dove centinaia di bambini potranno lavorare con diversi materiali (creta, cera, carta, legno) e realizzare addobbi e figure legate al Natale. I bambini potranno incontrare Babbo Natale, fare una foto e consegnare direttamente una letterina con espressi i propri desideri.  Ci sarà anche un'intera banda musicale formata da 35 Babbo Natale; oppure i tradizionali Babbo Natale con zampogne e cornamuse. Completeranno il programma i canti natalizi del Coro Polifonico Jubilate.
"Candele a Candelara" oltre a ripetere la felice esperienza di "gemellaggio" con Pesaro, rinnova una collaborazione tesa a promuovere il territorio della provincia con il "Natale che non ti aspetti" con le manifestazioni limitrofe di Urbino, Gradara, Fano, Mombaroccio, Frontone.
Al Teatro Rossini di Pesaro, nel rispetto della ormai consolidata fama musicale, sabato 1dicembre alle ore 21,15 sarà organizzato l'ormai tradizionale concerto di Natale con l'Orchestra di Fiati del Complesso musicale di Candelara che proporrà un omaggio a Rossini in occasione del 150esimo di Celebrazioni rossiniane.  
Tornando alla festa i visitatori potranno ammirare oltre settanta casette in legno che ospitano oggetti d'artigianato molto ben selezionati, articoli da regalo e candele d'ogni forma, colore, profumo e foggia. L'ingresso alla manifestazione sarà di 3 euro (per i minori di 10 anni l'ingresso è gratuito).
Funzioneranno due grandi strutture riscaldate, come nelle edizioni passate, con i piatti della tradizione locale: polenta con i funghi, cannelloni, ravioli con funghi e salsiccia, cappelletti in brodo, baccalà con le patate, pasticciata ed erbe cotte, carne alla brace, piadina, olive fritte, frittelle di mele, caldarroste e vino novello a volontà.
Si rinnova la collaborazione con l'Istituto Alberghiero di Pesaro.
Con un trenino sarà poi possibile effettuare un mini percorso di visite guidate partendo dalla suggestiva Pieve del XII secolo. Seconda tappa a Villa Berloni del Cinquecento (oltre alla visita guidata, sarà possibile prenotare pranzo e cena a lume di candela nella splendida villa), ed infine il Museo del telaio e del ricamo dove i visitatori potranno riscoprire l'antica tradizione della lavorazione di tessuti con telai dei primi del Novecento e conclusione del percorso all'ingresso della festa.
Per organizzare al meglio l'arrivo ed il parcheggio (gratuito) dei pullman turistici è gradita la prenotazione per meglio gestire la logistica.
In occasione della manifestazione, l'organizzazione ha predisposto una serie di convenzioni con ristoranti, alberghi e agriturismo della zona.

INGRESSO ALLA MANIFESTAZIONE: 3€ (sempre esclusi dal pagamento i minori di anni 10)

Candele a Candelara

Borgo di Candelara al buio

PROGRAMMA 2017

Scarica il pdf dell'edizione 2017

DURANTE TUTTE LE GIORNATE DELLA FESTA

DALLE 10:00 ALLE 13:00 E DALLE 15:00 ALLE 16:00 - VISITA GUIDATA ALLA PIEVE E AL MUSEO DELL'ARTE TESSILE PAC (PIE ARTIGIANE CRISTIANE). PER I GRUPPI NECESSARIA PRENOTAZIONE: LUCILLA 3280526028
DALLE 11:00 ALLE 13:30 E DALLE 14:30 ALLE 18:30
VISITA ALLA CASETTA DI BABBO NATALE E ALL’OFFICINA DEI SUOI FOLLETTI (LABORATORI E TRUCCA BIMBI)
DALLE 11:00 ALLE 19:00
GIRO CON PONY AL VILLAGGIO DI BABBO NATALE
DALLE 11:00
GLI ANIMALI AMMAESTRATI DEL PASTORE TOMA
MASTRI ZAMPOGNARI PER LE VIE DEL BORGO
DALLE 11:00 ALLE 12:00 E DALLE 14:30 ALLE 16:00
LABORATORIO E GIOCHI IN LEGNO DEL FOLLETTO ENORA
ORE 17:30 e 18:30 SPEGNIMENTO LUCE ELETTRICA E PER 15 MINUTI ATMOSFERA MAGICA A LUME DI CANDELA

 

SABATO 25 NOVEMBRE 2017

ORE 11:30 - IL CARRETTINO DEI BURATTINI “PULCINELLA E IL CASTELLO INCANTATO DEL PERFIDO MAGO COTRONE”
ORE 11:30 E ORE 14:30 - HEART OF ITALY PIPE BAND (CORNAMUSE)
ORE 11:30 - ALCEO PUCCI SCULTORE SU CERA “IL VOLO DELL’ANGELO”, PIERO TALEVI POETA “LA POESIA SOSPESA”
ORE 11:30 E ORE 14:30 - SIGISMONDO E CHICHIBIO PREPARANO IL BUFFET A BABBO NATALE - COMPAGNIA TEATRO DELLE ISOLE
ORE 14:30 - IL CARRETTINO DEI BURATTINI “LE DISGRAZIE DI ARLECCHINO”
ORE 16:00 - RASSEGNA CORI ORGANIZZATA DAL CORO POLIFONICO JUBILATE A VILLA BERLONI

DOMENICA 26 NOVEMBRE 2017

ORE 11:00 - DESARITMIA - TRIO DI PERCUSSIONI IN VERSIONE NATALIZIA
DALLE 11:30 ALLE 13:00 - PRESEPE VIVENTE, IN COSTUME CON ANTICHI MESTIERI E ANIMALI DELLA FATTORIA, CONCERTO CORO VOCI BIANCHE CRESCER CANTANDO (CORO JUBILATE)
ORE 11:30 - ALCEO PUCCI SCULTORE SU CERA “IL VOLO DELL’ANGELO”, PIERO TALEVI POETA “LA POESIA SOSPESA” ALL’INTERNO DEL PRESEPE VIVENTE
ORE 11:30 - IL CARRETTINO DEI BURATTINI “PULCINELLA E IL CASTELLO INCANTATO DEL PERFIDO MAGO COTRONE”
ORE 11:30 E ORE 14:30 -  SIGISMONDO E CHICHIBIO PREPARANO IL BUFFET A BABBO NATALE - COMPAGNIA TEATRO DELLE ISOLE
ORE 14:30 - LA BANDA DI BABBO NATALE PRECEDUTA DA UNA SLITTA CARICA DI DOLCIUMI
ORE 14:30 - IL CARRETTINO DEI BURATTINI “LE DISGRAZIE DI ARLECCHINO”

SABATO 2 DICEMBRE 2017

ORE 11:30 E ORE 14:30 - RE MAGIO BALDASSARRE E IL MAGICO OLIFANTE - COMPAGNIA TEATRO DELLE ISOLE
ORE 11:30 E ORE 14:30 - HEART OF ITALY PIPE BAND (CORNAMUSE)
ORE 11:30 - ALCEO PUCCI SCULTORE SU CERA “IL VOLO DELL’ANGELO”, PIERO TALEVI POETA “LA POESIA SOSPESA”
ORE 14:30 - PRESEPE VIVENTE, IN COSTUME CON ANTICHI MESTIERI E ANIMALI DELLA FATTORIA

DOMENICA 3 DICEMBRE 2017

DALLE 11:00 ALLE 12:00 E DALLE 14:00 ALLE 15:00 - DESARITMIA - TRIO DI PERCUSSIONI IN VERSIONE NATALIZIA
DALLE 11:30 ALLE 13:00 - PRESEPE VIVENTE, IN COSTUME CON ANTICHI MESTIERI E ANIMALI DELLA FATTORIA, CONCERTO CORO VOCI BIANCHE CRESCER CANTANDO (CORO JUBILATE)
ORE 11:30 - ALCEO PUCCI SCULTORE SU CERA “IL VOLO DELL’ANGELO”, PIERO TALEVI POETA “LA POESIA SOSPESA” ALL’INTERNO DEL PRESEPE VIVENTE
ORE 11:30 E ORE 14:30 - RE MAGIO BALDASSARRE E IL MAGICO OLIFANTE COMPAGNIA TEATRO DELLE ISOLE
ORE 14:30 - LA BANDA DI BABBO NATALE PRECEDUTA DA UNA SLITTA CARICA DI DOLCIUMI
ORE 16:00 - CONCERTO NATALIZIO CORO JUBILATE PIEVE DI S. STEFANO

VENERDI’ 8 DICEMBRE 2017

ORE 11:00 - DESARITMIA - TRIO DI PERCUSSIONI IN VERSIONE NATALIZIA
ORE 11:30 -  I VICHINGHINI COMPAGNIA CIRCATEATRO
DALLE 11:30 ALLE 13:00 - PRESEPE VIVENTE, IN COSTUME CON ANTICHI MESTIERI E ANIMALI DELLA FATTORIA, CONCERTO CORO VOCI BIANCHE CRESCER CANTANDO (CORO JUBILATE)
ORE 11:30 - ALCEO PUCCI SCULTORE SU CERA “IL VOLO DELL’ANGELO”, PIERO TALEVI POETA “LA POESIA SOSPESA” ALL’INTERNO DEL PRESEPE VIVENTE??
ORE 11:30 e 14:30 - ARCHIMOSSI
ORE 14:30 - I CUGINI DI BABBO NATALE COMPAGNIA CIRCATEATRO
ORE 15:00 - LA BANDA DI BABBO NATALE PRECEDUTA DA UNA SLITTA CARICA DI DOLCIUMI
ORE 16:00 - “I FRATELLI CANDELA…E LUCE FU” - “Metrotheatre” Paris e “Teatro a Martello”

 

SABATO 9 DICEMBRE 2017

ORE 11:30 - IL CARRETTINO DEI BURATTINI “PULCINELLA E IL CASTELLO INCANTATO DEL PERFIDO MAGO COTRONE”
ORE 11:30 E ORE 14:30 - HEART OF ITALY PIPE BAND (CORNAMUSE)
DALLE 11:30 ALLE 13:00 - PRESEPE VIVENTE, IN COSTUME CON ANTICHI MESTIERI E ANIMALI DELLA FATTORIA
ORE 11:30 - ALCEO PUCCI SCULTORE SU CERA “IL VOLO DELL’ANGELO”, PIERO TALEVI POETA “LA POESIA SOSPESA” ALL’INTERNO DEL PRESEPE VIVENTE
ORE 11:30 -  I VICHINGHINI COMPAGNIA CIRCATEATRO
ORE 14:30 - IL CARRETTINO DEI BURATTINI “LE DISGRAZIE DI ARLECCHINO”
ORE 14:30 -  I CUGINI DI BABBO NATALE COMPAGNIA CIRCATEATRO
ORE 21:15 - CONCERTO ORCHESTRA A FIATI DI CANDELARA AL TEATRO ROSSINI DI PESARO (INGRESSO €7 INFO E PRENOTAZIONI GINO 333 9759736)

 

DOMENICA 10 DICEMBRE 2017

ORE 11:30 - IL CARRETTINO DEI BURATTINI “PULCINELLA E IL CASTELLO INCANTATO DEL PERFIDO MAGO COTRONE”
DALLE 11:00 ALLE 12:00 E DALLE 14:00 ALLE 15:00 - DESARITMIA - TRIO DI PERCUSSIONI IN VERSIONE NATALIZIA
DALLE 11:30 ALLE 13:00 - PRESEPE VIVENTE, IN COSTUME CON ANTICHI MESTIERI E ANIMALI DELLA FATTORIA, CONCERTO CORO VOCI BIANCHE CRESCER CANTANDO (CORO JUBILATE)
ORE 11:30 - ALCEO PUCCI SCULTORE SU CERA “IL VOLO DELL’ANGELO”, PIERO TALEVI POETA “LA POESIA SOSPESA” ALL’INTERNO DEL PRESEPE VIVENTE
ORE 11:30 - I VICHINGHINI COMPAGNIA CIRCATEATRO
ORE 14:30 - LA BANDA DI BABBO NATALE PRECEDUTA DA UNA SLITTA CARICA DI DOLCIUMI
ORE 14:30 - IL CARRETTINO DEI BURATTINI “LE DISGRAZIE DI ARLECCHINO”
ORE 14:30 -  I CUGINI DI BABBO NATALE COMPAGNIA CIRCATEATRO

INGRESSO ALLA MANIFESTAZIONE: 3€ (sempre esclusi dal pagamento i minori di anni 10)

Candele a Candelara

Nell’antico borgo medievale torna la festa dedicata alle fiammelle di cera grazie a due spegnimenti programmati,il paese s’illumina della sola luce delle candele.

Candelara, l’unico mercatino in Italia dove le candele “spengono” la luce elettrica    

Grazie a due spegnimenti programmati (17.30 - 18.30)
il paese sarà rischiarato dalla sola luce delle candele

103

94

86

27

115

1415

12

131


Candele a Candelara

Perché Candele a Candelara? Alcuni cenni storici

Secondo lo storico Luigi Michelini Tocci il toponimo di Candelara - dal latino Candelaria - è da ricercarsi ad una fonte di luce, ad un fuoco, ad un faro. Mentre gli studiosi locali, raccogliendo comunicazioni orali tramandatesi nei secoli, indicano la leggenda secondo cui un signore di Pesaro, volendo costruire un castello in questa zona, fece accendere tre candele in tre posti diversi del borgo. Nel luogo in cui non si fosse spenta, egli avrebbe poi costruito il suo castello. Il nome di Candelara dunque deriverebbe proprio dalle candele che sono diventate dagli inizi di due secoli fa lo stemma del paese.
Il castello di Candelara fu costruito attorno al IX-X secolo. Il complesso era ritenuto piuttosto sicuro, tanto che il vescovo di Pesaro decise di ospitarvi Federico Barbarossa dopo la sconfitta di Legnano avvenuta nel 1176. Quasi tre secoli più tardi, sotto le mura del castello di Candelara ebbero fine le lotte tra  le famiglie dei Montefeltro e dei Malatesti che per anni si erano contese il dominio sul territorio: Federico da Montefeltro  alla testa dell’esercito degli Sforza prese d’assedio il castello e costrinse i Malatesti alla resa. Questo fu l’ultimo fatto d’arme che vide Candelara protagonista. Il destino del castello poi coincise con quello della città di Pesaro da cui ormai dipendeva. 
Candelara era già abitata probabilmente ai tempi dei Romani: dove oggi sorge la Pieve era anticamente presente un tempio pagano. La chiesa venne eretta in epoca medioevale ma è grazie alla famiglia Malatesti che, a metà quattrocento, il complesso venne restaurato e assunse la struttura ancora oggi visibile. La pianta a croce greca e lo stile architettonico tardo gotico ne costituiscono la particolarità. Come molte pievi antiche gli interni erano quasi completamente affrescati: oggi ne sono visibili alcuni frammenti.
I diversi quadri sono stati eseguiti tra il 1500 e il 1700 da importanti artisti del pesarese, come Pompeo Morganti e Giovanni Venanzi. Fa eccezione la Madonna del Rosario del veneto Claudio Ridolfi, in cui una bellissima Vergine contornata da angeli domina la scena. Altre opere di pregevole valore artistico sono l’organo del 1700 ancora perfettamente funzionante e la Via Crucis la cui unica altra fusione è stata realizzata per il Vaticano. Recente l’acqisizione dell’icona il battesimo realizzata dall’iconografa Francesca Pari posta vicino all’antico battistero.
A poca distanza dalla Pieve, immersa nel paesaggio rurale si trova Villa Berloni. Le origini della costruzione risalgono al 1300, quando venne edificata una torre di avvistamento per difendere il territorio in un periodo in cui frequenti erano gli scontri tra Malatesti e Montefeltro. Con la fine delle ostilità la torre fu venduta all’importante famiglia degli Abati Olivieri che ne fece una residenza vacanziera. La villa conobbe il periodo di massimo splendore nel 1700, quando, su commissione dei nuovi proprietari, la famiglia Almerici, venne restaurata dal famoso architetto Luigi Vanvitelli al quale si deve l’aggiunta delle strutture laterali che ricordano i bastioni delle rocche quattrocentesche. Successivamente la villa andò incontro ad un progressivo e lento degrado, raggiungendo l’apice durante la seconda guerra mondiale quando venne utilizzata come rifugio per gli sfollati e depredata di tutti i suoi arredi. Nel 1980 venne acquistata dalla famiglia Berloni e completamente risistemata, riarredata e restaurata, così da riportarla ai fasti di metà settecento. Gli arredi appartengono a epoche diverse, ma sono stati accostati in modo da creare un effetto il più possibile elegante e armonico. Oltre a vari pezzi d’antiquariato del 1600-1700, sono da ammirare le opere pittoriche, tra cui la Sibilla Cumana probabilmente attribuibile al Guercino.

Per qualsiasi richiesta di informazioni, dubbi, curiosità scriveteci direttamente dal nostro sito!!

Per informazioni: Piergiorgio Pietrelli: 339/2937316 - Pro Loco di Candelara: 0721/286693 - e-mail
Ufficio Stampa: Claudio Salvi 347/9233044 - e-mail

candelara buio
Il borgo illuminato dalle candele

Informazioni - Direttore Artistico: Piergiorgio Pietrelli | Cell: 339.2937316 | ©2005 www.candelara.com | Webmaster